Prokofiev's Angelo di Fuoco at Rome's opera

 

23 May-1 June.

This opera is a new production and it is the first time it has been staged in Rome since the 1960s. It is directed by the ever-popular Emma Dante and conducted by Alejo Peres. According to Dante the protagonist, Giovanna, is both obsessed by desire and a visionary, a cross between reason and madness, science and superstition.

The cast is made up of first-timers in Rome and young singers from the theatre's Fabbrica Young Artists training programme. This year the Fabbrica has eight trainee singers, one director, one lightening technician and one stage and one costume designer. Teatro dell' Opera di Roma, Piazza Beniamino Gigli 1, www.operaroma.it.

Opera Notes

By Paolo Di Nicola

L’Opera di Roma proporrà Ognennÿ Angel (L’angelo di fuoco) di Sergej Prokof’ev dal 23 maggio al 1 giugno 2019; vedrà impegnati il direttore argentino Alejo Pérez e la regista palermitana Emma Dante che nella stagione 2015/2016 del teatro romano diedero vita a una applaudita Cenerentola di Gioachino Rossini. Tra gli interpreti principali Leigh Melrose, Evgenia Muraveva, Sergey Radchenko, Maxime Paster, Mairam Sokolova, tutti debuttanti all’Opera di Roma, e Goran Jurić.

Ognennÿ Angel ebbe la sua première alla Fenice di Venezia il 14 settembre 1955 in lingua italiana, diretta da Nino Sonzogno per la regia di Giorgio Strehler, preceduta da una esecuzione in forma di concerto e in francese nel Théâtre des Champs Elysées a Parigi il 25 novembre 1954.

Al Teatro dell’Opera di Roma Ognennÿ Angel fu visto per la prima e unica volta nel 1966: dirigeva Bruno Bartoletti e la regia era di Virginio Puecher. Prokof’ev iniziò la composizione di Ognennÿ Angel a New York nel 1920 e la portò a termine tra il marzo del 1922 e il settembre del 1923, quando viveva in una cittadina delle Alpi bavaresi.

Tratta dall’omonimo romanzo di Valerij Brjusov, ritenuto blasfemo e simbolista e ambientato nella oscura e inquieta Germania del ʼ500, Ognennÿ Angel parla dell’eterna lotta tra la virtù e il peccato, tra la santità e la perdizione. Il canto si divide tra il recitativo, il declamato e la chiara espansione lirico-melodica, mentre l’orchestra è di una ricchezza al meglio dell’inventiva di Prokof’ev, in perfetto equilibrio tra la modernità dell’espressionismo degli inizi del Novecento e le “antiche” citazioni del contrappunto medioevale.

General Info

Address 1 Piazza BeniamIno GIgli, 00184 Roma RM, Italy

View on Map

Prokofiev's Angelo di Fuoco at Rome's opera

1 Piazza BeniamIno GIgli, 00184 Roma RM, Italy